Fairs

Agosto no stop, Farmo non va in vacanza.

La proposta di tenere aperte le aziende ad agosto, lanciata da Confindustria a metà giugno, ha raccolto diversi consensi sul territorio. L’iniziativa, nata dall’esigenza di recuperare il tempo perso durante il lockdown ha ottenuto l’approvazione di molte aziende che, dopo aver stretto un accordo con i dipendenti, hanno deciso di proseguire con la produzione durante il mese centrale dell'estate.

«Gli anni scorsi chiudevamo la produzione per un paio di settimane ad agosto, restando attivi sempre con la distribuzione, quest’anno invece teniamo tutto aperto» ha dichiarato il nostro Remo Giai nel corso dell’intervista per il Sole 24 Ore.

Ebbene sì, Farmo quest’anno non va in vacanza per essere vicino ai consumatori e solidale con le realtà che hanno risentito negativamente del periodo di stop.

«Il Covid non ha avuto ripercussioni su ordini e fatturato, il nostro mercato principale sono Usa e Canada e i nostri clienti sono i supermercati, non i ristoranti o il catering.» ha spiegato Remo, aggiungendo che «non solo il trend del “gluten free” è in crescita costante negli anni, ma a ciò si aggiunge il fatto che durante il lockdown il consumo domestico di cibo è aumentato come conseguenza del calo del consumo fuori casa.»

Di qui un aumento medio del 30% degli ordini (40% dal Nord America e del 15% dall’Europa) e la decisione di restare aperti ad agosto, per garantire il massimo della qualità e dei servizi ai nostri consumatori.

Agosto no stop, Farmo non va in vacanza.
Scopri lo Shop